PEC: mbac-sab-tos[at]mailcert.beniculturali.it   E-Mail: sab-tos[at]beniculturali.it   Tel: (+39) 055 / 271111

Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Toscana



Competenze in materia di beni bibliografici

La Soprintendenza Archivistica e Bibliografica svolge funzioni di  tutela, vigilanza e valorizzazione anche in materia di beni librari non statali attraverso una serie di attività.

Emette il provvedimento di dichiarazione dell’ “eccezionale interesse culturale” per le raccolte bibliografiche e del "carattere di rarità e pregio” per i manoscritti, gli autografi, i carteggi, gli incunaboli nonché i libri, le stampe e le incisioni con relative matrici, le carte geografiche e gli spartiti musicali, le fotografie con relativi negativi e matrici, le pellicole cinematografiche ed i supporti audiovisivi in genere.

Effettua le attività ispettive volte ad accertare l’esistenza e lo stato di conservazione e custodia di beni bibliografici; autorizza lo spostamento anche temporaneo di beni librari; autorizza lo scartoautorizza - su presentazione di un progetto - l'esecuzione di opere e lavori  di qualunque genere (ad es. inventariazione, restauro, digitalizzazione) e, se necessario, prescrive disposizioni vincolanti per l'esecuzione del progetto.

Propone alla Direzione generale Biblioteche e diritto d'autore la custodia coattiva di beni librari di cui è stato verificato il rischio di dispersione o di distruzione e adotta le misure urgenti di salvataggio e di recupero in caso di calamità naturali.

Autorizza il prestito dei beni librari per mostre in Italia e istruisce il procedimento di richiesta di autorizzazione alla DG Biblioteche per mostre all'estero.

Verifica l'idoneità delle sedi, attrezzature e impianti destinati a conservare beni bibliografici di enti pubblici e di privati dichiarati di eccezionale interesse culturale

Collabora con i Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale ed effettua controlli sul commercio antiquario specie in occasione di aste, mostre mercato e verificando sui cataloghi e in loco i beni bibliografici che potrebbero essere oggetto di dichiarazione di interesse.

Per quel che riguarda la competenza bibliografica, la Soprintendenza Archivistica e Bibliografica dipende funzionalmente dalla Direzione Generale Biblioteche e diritto d'autore.



Ultimo aggiornamento: 12/08/2020