Archivio Barna Occhini

Associazione Centro Studi Sigfrido Bartolini

La libreria di Barna Occhini

Particolare di corrispondenza

Particolare della Casa Museo: uno scorcio

Il Pinocchio

Particolare della Casa Museo: il salone

Le matrici per il Pinocchio illustrato da Sigfrido Bartolini

Erma ritratto di Giovanni Papini realizzato dallo scultore-scrittore Romano Romanelli

Il laboratorio

Incontro tra Sigfrido Bartolini e Barna Occhini

La Grande impostura

Il giorno 11 gennaio 2012 è nata l' Associazione "Centro Studi Sigfrido Bartolini".
L'Associazione si propone di studiare, approfondire e valorizzare la figura, l'opera e il patrimonio artistico e letterario di Sigfrido Bartolini, pittore, incisore e scrittore, importante testimone e protagonista nel più ampio ambito delle correnti culturali del Novecento.
A questo scopo l'Associazione promuove iniziative indirizzate a creare occasioni di incontro e di studio sul milieu culturale di cui Sigfrido Bartolini fu protagonista, organizzando cicli di seminari, conferenze di argomento artistico, di critica, letteratura e filosofia. Sono inoltre previste borse di studio e corsi didattici per i giovani oltre naturalmente a periodiche pubblicazioni, mostre specialistiche o antologiche sull'opera pittorica e incisoria di Sigfrido Bartolini.
L'Associazione, coerentemente con quanto costantemente fatto da Sigfrido  Bartolini nel corso degli anni, ha il compito di favorire la conservazione, la catalogazione e rendere possibile la fruizione, a chiunque ne sia interessato, dell'importante e vasto archivio, contenente corrispondenza, inediti, oltre ai fondi a suo tempo donati a Sigfrido  Bartolini da Barna Occhini e dalla famiglia del pittore Giulio Innocenti, e collezioni di riviste storiche del ' 900.
Poiché la sede dell'associazione è posta nella “Casa Museo Sigfrido Bartolini”, significativamente plasmata dal pensiero e dall'azione del Maestro e aperta al pubblico, molti incontri saranno anche l'occasione per visitare questa particolare dimora d'artista e respirarne la magica atmosfera attraverso quanto il maestro, nel corso della sua vita, volle sistemare come correlativo oggettivo della sua estetica e della sua dimensione etica.

Il fondo è stato donato a Sigfrido Bartolini dallo stesso Barna Occhini. È conservato, con il fondo Sigfrido  Bartolini e quello di Giulio Innocenti, presso la Casa museo Sigfrido Bartolini di Pistoia. Nell'ottobre del 2012 i tre archivi sono stati notificati dalla Soprintendenza Archivistica per la Toscana con il provvedimento di dichiarazione di interesse storico particolarmente importante.
Il contenuto si articola in 11 serie tra cui
-Corrispondenza: comprende 794 lettere (1931-1970). Tra i corrispondenti: Piero Bargellini, Luigi Bartolini, Carlo Carrà, Primo Conti, Giovanni Gentile, Giovanni Michelucci, Mario Missiroli, Aldo Palazzeschi, Giovanni Papini, Giuseppe Prezzolini, Salvatore Quasimodo, Giovanni Spadolini.
-Organizzazione della rivista «Italia e civiltà».
-Documenti e comunicazioni ufficiali.
-Scritti editi e inediti: 30 inserti, 1938-1967. Presenza anche di scritti editi e inediti di Giovanni Papini e Ardengo Soffici.
Come “Archivio aggregato” si segnala inoltre la presenza di lettere di Ardengo Soffici a Giovanni Papini (in fotocopia) e pubblicate nei 4 volumi a cura di Mario Richter.

La "Casa Museo Sigfrido Bartolini" fa parte dell' Associazione Nazionale "Case della Memoria".